Lavorare in Farm in Australia

Lavorare in Farm in Australia

88 giorni di lavoro nelle fattorie per estendere il visto

Il lavoro in farm, e cioè nelle fattorie o nelle grandi aziende agricole sparse per il territorio Australiano, è un’esperienza unica per chi ha deciso di viaggiare per l’Australia, ripagandosi spese del viaggio ed escursioni con lavori saltuari e a contatto con la natura.

Tantissimi giovani provenienti da tutto il mondo intraprendono questo tipo di avventura ogni anno, specialmente coloro che vogliono estendere il proprio visto Working Holiday Visa (visto di vacanza/lavoro).

Se arrivi in Australia con il Working Holiday Visa infatti, hai la possibilità di estenderlo per un ulteriore anno, se hai lavorato per almeno 88 giorni in una farm in una zona “regionale” dell’Australia. Più nel dettaglio, le condizioni sono le seguenti:

  • devi fare richiesta del visto prima di aver compiuto i 31 anni;
  • devi aver svolto un totale di almeno 88 giorni, a tempo pieno (35-40 ore la settimana), anche in aziende e regioni diverse, di lavoro in settori come agricoltura, allevamento, pesca, miniere e costruzioni (vedi specified works), in aziende situate in zone rurali (regional areas).

Puoi trovare tutte le informazioni nel massimo dettaglio alla pagina sul Working Holiday Visa (Subclass 417) del sito del Governo Australiano.

Si può fare domanda online o per posta, e a questa pagina del sito del Governo Australiano è descritta una lista dei documenti richiesti.

Lavoro in Farm & WWOOFing

A seconda del tipo di esperienza che si vuole fare, le opzioni lavorative sono tantissime.

Lavorare nelle Organic Farm

Se non avete mai sentito di parlare di WWOOF (World-Wide Opportunities on Organic Farms), si tratta di un’organizzazione che mette in contatto proprietari di aziende agricole organiche con lavoratori volontari che vogliono fare esperienza in questo settore. In questo caso il lavoro in farm non è retribuito, ma la giornata è solitamente piuttosto leggera, si lavora poche ore, si vive in contatto con la natura seguendo i propri ritmi.

Di solito i proprietari dell’azienda mettono a disposizione una camera e i pasti a chi si offre di lavorare per loro. Un tempo anche il WWOOFing dava la possibilità di rinnovare il visto WHV, ma da qualche anno questa opportunità è stata cancellata dal Governo Australiano, purtroppo. Oggi, chi decide di mettersi in contatto con un’azienda del genere, lo fa per il solo scopo di provare questa bellissima esperienza e dare un contributo a questo progetto, imparando qualcosa da chi opera nel settore.

Per cercare lavoro come WWOOFer, si consiglia di contattare l’associazione tramite il sito wwoof.com.au. Un’altra organizzazione simile che ci sentiamo di suggerire per lavorare in farm del genere è HELPX.

Lavorare nelle farm australiane

Se invece il tuo scopo è proprio quello di rinnovare il Working Holiday Visa, e/o di guadagnare e mettere da parte un po’ di soldi, allora è il caso che tu ti metta in cerca di un lavoro in farm.
Ci sono centinaia di farm sparse per tutta l’Australia: dai frutteti agli allevamenti di bestiame, dai vigneti all’allevamento di perle. In questo caso il lavoro è a tempo pieno; di solito è piuttosto duro e bisogna svegliarsi prestissimo la mattina.

Spesso il lavoro in farm si svolge lontanissimo dai centri abitati, e non sempre si arriva nel posto giusto al momento giusto ed è quindi difficile iniziare a lavorare, a causa della troppa concorrenza di manodopera, o per un improvviso calo di lavoro dovuto alle condizioni metereologiche.

Sono molte le storie di ragazzi che non si sono trovati bene, o hanno avuto sfortuna trovando aziende non troppo serie.
Ma con una buona organizzazione e un po’ di fortuna, dovresti essere in grado di trovare un lavoro in farm che ti possa aiutare a mettere da parte un po’ di soldi, anche tanti se sei disposto a fare qualche sacrificio.

Come cercare lavoro in Farm

Il lavoro nelle farm è stagionale, ma spostandosi di regione in regione, e di stato in stato, si riesce a trovare lavoro tutto l’anno.

  • Il primo consiglio è quello di consultare la guida delle coltivazioni e della raccolta di frutta e verdura, per capire dove spostarsi in un determinato periodo dell’anno. Nella sezione “harvest” del sito governativo “jobsearch” e nella guida “harvest trail”, che puoi scaricare gratuitamente, potrai ad esempio capire dove devi spostarti se vuoi lavorare in un determinato settore in un determinato periodo dell’anno, o quando è il momento migliore per andare a chiedere lavoro in una regione che stai pianificando di visitare. Vorresti raccogliere ciliegie in New South Wales? Devi presentarti a gennaio, o poco prima. Ti trovi in Western Australia a febbraio? Devi andare a cercare un vigneto. Nella guida troverai inoltre un sacco di informazioni e contatti utili per ogni stato e cittadina Australiana dove si svolgono questi tipi di lavoro.
  • Quando hai individuato la zona in cui vorresti trovare lavoro in farm, il nostro consiglio è quello di recartici di persona, o al limite in compagnia di un amico, ma mai in gruppi numerosi. In questo modo avrai la possibilità di parlare con i proprietari dell’azienda a quattr’occhi, i quali hanno sicuramente più fiducia e più possibilità di dare lavoro ad un ragazzo/a intraprendente e indipendente, piuttosto che a un gruppo di di backpackers.
  • Dirigiti in zona farm con la tua automobile. Le aziende si trovano sempre sempre lontane dai centri abitati, e per raggiungerle, se non hai a disposizione il tuo mezzo di trasporto, dovrai affidarti alla macchina di qualcun altro, e non avrai la libertà di spostarti secondo necessità e rischierai anche di perdere delle opportunità di lavoro. Una volta trovato il lavoro in farm avrai comunque bisogno di spostarti, anche per un’urgenza, di andare a fare la spesa, o di cambiare aria quando sarà il momento.
  • Altre soluzioni per cercare lavoro in farm sono quelle di rivolgersi agli ostelli “working hostel” della zona, o alle agenzie, o contractors, che si occupano di domanda e offerta del lavoro nel settore dell’agricoltura. Sia questi ostelli che le agenzie ti aiutano sia a trovare lavoro in farm che un posto dove dormire. In alcuni casi organizzano anche il trasporto da e per la farm con auto private o pulmini di loro proprietà. Nulla viene regalato, l’alloggio è di solito piuttosto caro, le agenzie prendono una percentuale sul tuo contratto, il trasporto è a pagamento, e non sempre si riesce ad iniziare a lavorare in farm da subito. Ma allo stesso tempo eviti di fare centinaia e centinaia di km in macchina per trovare lavoro, a volte senza fortuna.

Il lavoro in farm in Australia

Sono moltissimi i lavori nelle farm australiane. La raccolta di frutta o verdura (fruit picking) sono senz’altro i più comuni, e quelli con una varietà di mansioni, difficoltà, paga maggiore.

La raccolta di frutta dagli alberi è solitamente un lavoro più leggero di quello di raccogliere verdura da terra, per il semplice fatto che nel secondo caso siamo obbligati a stare con la schiena piegata tutto il giorno, e può essere davvero pesante! Inoltre fra gli alberi avrai sicuramente più possibilità di trovare un po’ di riparo dal sole cocente dell’Australia.

Questi lavori in farm sono di solito pagati a cottimo, cioè a seconda della quantità o del peso di prodotti che riesci a raccogliere. E sebbene all’inizio sia difficile riuscire a raccogliere grosse quantità e ci si può scoraggiare, piano piano, con attenzione e buona volontà, si imparano tecniche e trucchi per essere più veloci e si riescono a guadagnare cifre davvero interessanti.

Ti può anche capitare di arrivare in farm fuori stagione, quando l’azienda potrebbe aver bisogno di fare manutenzione agli impianti, di preparare il terreno per la semina, di ripulire i campi e gli impianti di irrigazione, o di potare (pruning) la piante per la produzione. Oppure potresti essere impiegato nel capannone ad impacchettare (packing) o a selezionare i prodotti raccolti dagli altri lavoratori. In questi casi la paga è di solito ad ore, e ti può capitare di lavorare su turni, a volte anche notturni.

In ogni caso il lavoro non è mai leggero, o divertente. Bisogna essere allenati fisicamente ed essere disponibili a lavorare in condizioni climatiche a volte estreme, a sporcarsi le mani (e non solo), e a svolgere mansioni ripetitive e noiose a giornata.
In compenso c’è la possibilità, con qualche sacrificio, di mettere da parte un bel po’ di soldi e, ovviamente, di prolungare il viaggio in Australia per un altro anno.

Un altro consiglio che vorremmo dare, e che vale un po’ in tutti i settori e per lo stile di vita in Australia in genere, è quello di non scendere mai a compromessi in tuo sfavore. Non è tutto oro nemmeno qua purtroppo, e potresti incappare in un’azienda disonesta o che cerca di approfittarsi della tua situazione. Rifiutare e denunciare ogni abuso è un tuo diritto e un dovere per il bene di tutti.

E ricordati che se non sei soddisfatto puoi sempre fare le valigie e cercare opportunità in un’altra azienda o in un’altra regione. E’ pieno di lavoro in giro e troverai sicuramente un posto dove ti tratteranno più che dignitosamente, l’Australia mediamente offre sempre buonissime condizioni di lavoro rispetto all’Italia.

Come prepararsi per il lavoro in farm

Come ho accennato, il lavoro nelle farm è sempre faticoso, noioso, in condizione climatiche non favorevoli e lontano dalle tante comodità della città.
Per queste alcuni accorgimenti che andiamo ad elencare, più altri che riterrai opportuni a seconda del tipo di lavoro che andrai a svolgere, ti faciliteranno molto la vita e ti permetteranno di lavorare in condizioni di sicurrezza:

  • Fornirsi di un abbigliamento comodo e sicuro. Maglie di cotone a maniche lunghe per ripararsi dal sole o per raccogliere frutta dagli alberi evitando abrasioni o scottature. Scarpe antinfortunistiche di buona qualità: meglio investire qualche dollaro in più se dobbiamo camminare o stare in piedi tutto il giorno. Un cappellino è sempre indispensabile specialmente se si lavora all’aperto.
  • Crema solare con alta protezione. Qua si usa la protezione 30 o 50. E credimi che anche se sei di carnagione scura e sei abituato al sole e non hai mai usato una crema in vita tua, è arrivato il momento che tu ci prenda confidenza. Qua il sole abbrustolisce e può comportare problemi seri come insolazione e disidratazione con conseguenze a volte anche gravi. Meglio potreggersi bene.
  • Una bottiglia d’acqua, o una borraccia da poter riempire costantemente. Importantissimo bere molto, viene ripetuto costantemente e troverai sempre un punto dove fare rifornimento.
    Bere molta acqua è fondamentale per la tua salute e per lavorare in condizioni fisiche ottimali.
  • Portati un lettore MP3 con una buona memoria e una batteria che duri tutto l’arco della giornata. Essendo i lavori molto noiosi e ripetitivi, un po’ di buona musica di tua scelta ti aiuta a rimanere attivo e a darti la carica per arrivare in fondo alla giornata. Ascoltare musica dal proprio dispositivo non è visto come un atteggiamento irrispettoso e viene comunemente accettato sul posto di lavoro.

Questi accennati sopra sono il minimo indispensabile degli accorgimenti per lavorare in farm in condizioni decenti, ma a seconda del lavoro che troverai, riceverai altri consigli più specifici dal tuo stesso datore di lavoro o dai colleghi con più esperienza.
E vai a letto presto, perché alla mattina ci si alza spesso prima dell’alba! I farmers cercano di sfruttare al meglio le primissime ore di luce, essendo quelle meno calde.

Buona fortuna e buon lavoro!

Copyright © 2016/2017 Point Break Australia
All rights reserved. 
Tel.+61 0457 864 151. E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Web-Agency: Made in Magic