Il Working Holiday Visa, Subclass 417

Il Working Holiday Visa e il Work and Holiday Visa

Il Visto più amato dai giovani viaggiatori

Working Holiday Visa, Subclass 417

Questo è il visto più popolare per i viaggiatori di età compresa tra i 18 ei 30 anni che vogliono scoprire l'Australia e lavorare all'estero per 1 anno.

Di recente è stato annunciato un innalzamento dell’età massima a 35 anni di età. Seppur presente all’interno della legislazione, questa nuova norma non è stata ancora applicata. Subito dopo avere innalzato l’età a 35 anni, infatti, la legislazione stessa specifica “a meno che il Paese di provenienza specifichi un’età diversa”.

Giusto per fugare ogni dubbio, l’età massima per i cittadini italiani è ancora di 30 anni.

Tuttavia c’è da sperare per il meglio nei prossimi mesi.

Proseguendo, questo visto può essere richiesto solo dai cittadini dei seguenti Paesi:

  • Andorra
  • Belgio
  • Canada
  • Cipro
  • Corea del Sud
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Giappone
  • Grecia
  • Hong Kong
  • Islanda
  • Italia
  • Lettonia
  • Malta
  • Norvegia
  • Paesi Bassi
  • Regno Unito
  • Repubblica d'Irlanda
  • Svezia
  • Taiwan
  • Ungheria

Il visto Working Holiday Visa è abbastanza flessibile, ed ha principalmente soltanto due limitazioni:

  • Non si può lavorare per più di 6 mesi per lo stesso datore di lavoro (si possono verificare eccezioni e, solo in circostanze specifiche, questo periodo può essere esteso);
  • Si può studiare per un periodo non superiore ai 4 mesi.

Se non si è ancora compiuto 31 anni, è possibile estendere la durata del visto per un altro anno se si è lavorato per almeno 88 giorni in determinati settori a tempo pieno per almeno, in zone rurali (ne abbiamo parlato a proposito del lavorare in farm).

Work and Holiday Visa, Subclass 462

Anche se simile al Working Holiday Visa, questo visto presenta alcune differenze.

Prima di tutto, è possibile richiedere questo visto solo se si è cittadini di uno di questi Paesi:

  • Argentina
  • Bangladesh
  • Cile
  • Cina
  • Israele
  • Malesia
  • Polonia
  • Portogallo
  • Slovenia
  • Spagna
  • Tailandia
  • Turchia
  • Uruguay

In secondo luogo, ci sono alcuni requisiti aggiuntivi, come:

  • Parlare un buon inglese;
  • Soddisfare requisiti caratteriali e di salute;
  • Aver svolto determinati percorsi formativi;
  • Essere in possesso di una lettera di supporto dallo Stato di provenienza (ad eccezione di candidati provenienti da Israele, dalla Cina e dagli Stati Uniti).

Ogni domanda di visto è un caso a parte e bisogna considerare bene sia la situazione dell’azienda che sponsorizza che le circostanze personali del lavoratore.

L'aiuto di Point Break Australia e di Migration Agent specializzati

Con i suoi Migration Agent, agenti specializzati in immigrazione in Australia e quindi su tutto quello che concerna il potersi trasferire in Australia, Point Break aiuta chi sta progettando, o vorrebbe progettare, di venire a vivere in Australia, oppure a fare un corso di studi o un'esperienza di lavoro in Australia: molte delle nostre consulenze sono gratuite, alcune richiedono un piccolo gettone, e quelle più impegnative sono a pagamento (prepariamo un preventivo prima, nessuna antipatica sorpresa!): puoi scoprire di più visitando la pagina dei servizi, quella sui corsi di formazione (tutte le consulenze sono gratuite). Aiutiamo anche a scegliere il visto migliore per le tue esigenze e fare due chiacchiere non costa nulla, perciò ti rimandiamo subito alla pagina dei contatti!

Hai bisogno di aiuto?

Grazie al nostro Migration Agent, siamo in grado di dare supporto legale in termini di immigrazione.

Copyright © 2016/2017 Point Break Australia
All rights reserved. 
Tel.+61 0457 864 151. E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Web-Agency: Made in Magic